English version
Il vento artico ti ha portato su Home » diario di viaggioImbarco e visita a Barentsburg - Svalbard – Spedizione polare nell’artico

Imbarco e visita a Barentsburg

13 luglio: la nave M/S Expedition e la città mineraria di Barentsburg

Il trekking group si imbarca sulla nave da crociera M/S Expedition, noleggiata dalla Spiztbergen Travel. Nel pomeriggio si sbarca alla città russa mineraria di Barentsburg.

Facciamo colazione nell’edificio della reception della guest house. Là incontriamo subito la prima guida, Cecilie. Mentre mangiamo facciamo la conoscenza della seconda guida, Bjorn. Sappiamo subito che siamo un gruppo di 14 persone. Avremmo dovuto essere 15, ma il mio amico Alessandro è dovuto restare a Roma.

Le guide sembrano simpatiche. L’unico problema è il mio inglese scarso, che non mi permette di recepire tutto quello che dicono. Alla fine del viaggio, però, migliorò parecchio.

Dopo colazione conosciamo tutti gli altri. Ci sediamo su un divano e facciamo un piccolo briefing. Da lì andiamo a visitare lo Svalbard Museum, dopo aver caricato i nostri bagagli su un mezzo che li avrebbe portati al porto.

Entrando in nave ci viene assegnata la nostra cabina. Un membro dell’equipaggio ci accompagna. In cabina troviamo due gadget, omaggio dell’agenzia di viaggi Spiztbergen Travel: una mappa delle Svalbard e una tazza di metallo.

E’ stata organizzata una sorta di esercitazione per evacuare la nave in caso di pericolo. Così ci ritroviamo tutti coi giubbotti salvagente addosso, a cercare il nostro gruppo.

Alle 16,00 circa arriviamo al porto di Barentsburg. Stefano, la nostra guida italiana, ci spiega la storia della città e cosa vedere.

Acquisto il libro illustrato sulle Svalbard Glacial El Dorado Spistbergen, scritto in inglese e in russo, all’ufficio postale, dove un’impiegata, in una stanza rimasta ferma a decenni addietro, calcolava i prezzi con una calcolatrice e metteva timbri a non finire sulle cartoline.

Per noi, alle 18 circa, è stato organizzato un piccolo spettacolo di canzoni e balli russi. Così, dopo aver dato un’occhiata ai souvenir, me ne vado al circolo culturale a vedere lo spettacolo, che si rivela interessante, soprattutto quando sono arrivate tre belle giovani ballerine.

Da lì ci si dirige al porto e si rientra in nave. Dopo cena me ne sto sui ponti della nave a scattare foto. Quel giorno avvistiamo una balena, o meglio i suoi spruzzi nel mare artico.

Col ricordo del forte vento e della luce sempre fissa del sole me ne vado a dormire.

Commenta questa pagina

Vuoi lasciare un commento a questa pagina? Scrivi le tue impressioni o le tue domande su "Imbarco e visita a Barentsburg".

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed dei commenti su questa pagina. TrackBack URL

Leave a comment